PEC: mbac-as-fi[at]mailcert.beniculturali.it   E-Mail: as-fi[at]beniculturali.it   Tel: (+39)055.263201

Archivio di Stato di Firenze

Sala di studio


La Sala di Studio è aperta liberamente e gratuitamente al pubblico per ragioni di studio.

Per modalità di apertura e orari consultare la sezione Novità nella Home page del sito

In ottemperanza alle norme per la prevenzione e il contenimento del contagio da COVID-19 (DPCM 17-05-2020 e circ. 29 del Segretariato Generale MiBACT) si informano gli utenti che l'accesso alla sala studio avverrà negli orari e con le modalità seguenti:

1. Orario di apertura: dal lunedì al venerdì, ore 8:30 - 13:30;

2. Numero posti: massimo dieci, esclusivamente su prenotazione da effettuarsi tramite piattaforma on line. I nuovi posti vengono messi a disposizione ogni lunedì mattina alle 08:30; per applicare un principio di rotazione, gli utenti non potranno prenotarsi più di una volta a settimana; le prenotazioni eccedenti saranno annullate d'ufficio;

3. Dal momento della prenotazione del posto potrebbe essere necessario attendere l'adeguamento delle schede degli utenti già registrati, che prevede l'aumento dei pezzi che è possibile visionare da tre a quattro: se il sistema non consentisse di prenotare 4 unità archivistiche si consiglia di aspettare l'adeguamento, segnalando eventuali disservizi.

4. Deposito: i documenti richiesti potranno essere lasciati in deposito dall’utente, fermo restando che lasciando 4 documenti, per la volta successiva potrà richiederne solo 1 (credito di prelevamento 4, credito di deposito 5); una volta riconsegnato il documento, questo non sarà richiedibile e consultabile per 7 giorni (tempo di quarantena);

5. Inventari: per motivi di quarantena non è consentita la consultazione degli Inventari. Potranno essere utilizzati solo gli inventari on line. Il personale dell’ASFi, durante il periodo di chiusura dell'Istituto, si è dedicato alla digitalizzazione di parte degli inventari cartacei, che sono stati inseriti nell'apposita sezione. Sempre per la quarantena non saranno accessibili i libri solitamente a disposizione degli utenti in Sala Studio. Per lo stesso motivo non saranno visionabili i microfilm, ma solo i documenti riprodotti in cd o dvd;

6. Le ricerche per finalità amministrative (Stato civile, Catasto, Collaudi del cemento armato, Ruoli matricolari etc.) dovranno essere richieste via e-mail all'indirizzo as-fi.salastudio@beniculturali.it. La ricerca verrà effettuata internamente dal personale che comunicherà l'esito via posta elettronica.

7. Non sarà consentito l’accesso agli utenti che arrivino in Istituto senza indossare propri dispositivi di protezione (mascherine e guanti); è altresì vietato l'accesso in caso di temperatura corporea superiore a 37,5° e in caso di contatti con persone risultate infette o a grave sospetto di infezione; si specifica che prima dell'ingresso sarà effettuato un controllo della temperatura corporea;

8. È consentito e consigliato l'uso di dispositivi fotografici per la riproduzione diretta dei documenti.

Per quanto riguarda gli studenti universitari è opportuna una preliminare preparazione di base all'uso delle fonti documentarie, a cura del docente che segue le ricerche.
All'entrata della Sala di Studio l'utente è tenuto a firmare in maniera leggibile il registro di presenza indicando la professione e la nazionalità.
In Sala di Studio non possono essere introdotti borse od altri contenitori, per i quali sono a disposizione appositi armadietti a combinazione. Chi ha necessità di portare con sé i propri libri deve farsi consegnare dal personale addetto alla sorveglianza l'apposito tagliando.
Per essere ammessi è necessario avere compiuto 18 anni di età, esibire un documento di identità valido e compilare una domanda di ammissione; all'utente verrà consegnata una tessera di validità annuale, successivamente rinnovabile.
La tessera, che dà diritto all'accesso all'Istituto e alla consultazione dei documenti, unitamente a un documento di identità, deve essere mostrata al personale di custodia all'entrata e all'uscita dall'Archivio. I dati personali contenuti nella domanda di ammissione saranno utilizzati esclusivamente a fini statistici nel rispetto del decreto legislativo, 196/03 (Codice della privacy).